Opportunità dall'Europa

I fondi europei rappresentano una grande opportunità per cittadini, associazioni, lmprese ed enti locali. La programmazione finanziaria 2014-2020 prevede molti programmi e diverse linee di finanziamento.

I fondi DIRETTI 

Di seguito un elenco con link esterni al sito di riferimento e breve descrizione dei contenuti dei singoli programmi e degli obiettivi finalizzati al raggiungimento della strategia Europa 2020, secondo la classificazione della Guida “Opportunità di Finanziamento dall’UE 2014-2020

Per visualizzare le call aperte, divise per macro aree di riferimento cliccare QUI


HORIZON 2020

Programma quadro europeo per la ricerca e l’innovazione, strumento finanziario di attuazione dell’Unione dell’Innovazione.

Horizon 2020 riunisce in una cornice flessibile, coerente ed unica i finanziamenti messi a disposizione nel precedente periodo di finanziamento 2007-2013  attraverso il Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico, il Programma Quadro per la Competitività e l’Innovazione (CIP) e l’Istituto Europeo di Innovazione eTecnologia (EIT). 


COSME

Programma per la competitività delle imprese e le piccole e medie imprese mira a sostenere la competitività, la crescita e la sostenibilità delle imprese dell’UE, in particolare delle PMI e a promuovere le partnership tra imprese. Per raggiungere tale obiettivo agevola l’accesso al finanziamento alle PMI fornendo delle garanzie di prestito e dei capitali di rischio, facilita l’accesso a nuovi mercati all’interno e al di fuori dell’UE e migliora le condizioni generali per l’imprenditoria, riducendo ad esempio il fardello amministrativo che grava sulle PMI. 


EASI 

Il programma dell'Unione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale mira ad aumentare la coerenza dell'azione dell'UE in materia di occupazione e aree sociali, riunendo gli strumenti della programmazione 2007-2013 Progress (Programma per l'occupazione e la solidarietà sociale), EURES (Servizi Europei per l’impiego) e lo strumento europeo Progress di micro-finanziamento (Progress Microfinance). Inoltre, il programma sostiene gli sforzi degli Stati membri nella progettazione e realizzazione delle riforme sociali e del lavoro, a livello europeo, nazionale, regionale e locale, per mezzo del coordinamento delle politiche e dell'individuazione, analisi e condivisione delle migliori pratiche.


LIFE

Gli obiettivi generali del programma sono:

-Contribuire alla transizione verso un’economia efficiente dal punto di vista delle risorse a basse emissioni di carbonio e contro il cambiamento climatico, contribuire alla tutela ed al miglioramento della qualità dell’ambiente e arrestare e invertire il processo di perdita di biodiversità;

-Migliorare lo sviluppo, l’attuazione e il potenziamento della normativa e delle politiche dell’Unione in materia di politiche ambientali e climatiche, catalizzare e promuovere l’integrazione e ricondurre gli obiettivi ambientali e climatici ad altre politiche e pratiche nei settori del pubblico e del privato accrescendone la capacità;

-Sostenere una migliore governance ambientale e climatica a tutti i livelli.

 

 

COMPETITIVITA’, CRESCITA E OCCUPAZIONE

ERASMUS+ 


MECCANISMO PER COLLEGARE L’EUROPA 

Il Meccanismo per Collegare l’Europa sostiene progetti infrastrutturali di interesse comune nel quadro della politica delle reti trans-europee, nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell'energia, incoraggiando le potenziali sinergie tra tali settori.


GALILEO 2014-2020 

Galileo sostiene la realizzazione ed il funzionamento dei sistemi di navigazione satellitare. Galileo ed EGNOS (Sistema europeo di copertura per la navigazione geostazionaria) sono progetti faro dell’UE. 


PERICLE 2020 

Finanziamento di scambi, assistenza e formazione per le autorità, le banche e gli altri soggetti coinvolti nella lotta alla contraffazione dell’euro nell’ eurozona ed in Paesi UE fuori dall’eurozona. Obiettivo è una migliore protezione delle banconote e delle monete in Europa e nel resto del mondo, garantendo un’equivalente efficacia delle misure anticontraffazione in tutta l’UE nel rispetto delle diverse tradizioni nazionali e migliorando la cooperazione tra autorità.


HERCULES III 

Il Programma Hercules III è stato istituito per sostenere il contrasto alla frode, alla corruzione e ad ogni altra attività illecita lesiva degli interessi finanziari dell'Unione. Il programma favorisce una maggiore cooperazione transnazionale e offre una formazione congiunta specializzata al personale delle amministrazioni regionali, nazionali e ad altri soggetti interessati.


DOGANE 2020 

L'obiettivo generale del programma è di rafforzare il mercato interno attraverso una efficiente ed efficace unione doganale. L'obiettivo specifico del programma consiste nel sostenere il funzionamento dell'unione doganale, in particolare attraverso la cooperazione tra i paesi partecipanti, le loro autorità doganali, le altre autorità competenti, i loro funzionari e gli esperti esterni.


FISCALIS 2020 

Il programma Fiscalis 2020 è stato creato per contrastare la frode fiscale e sostenere la riscossione delle entrate per il bilancio dell'UE e degli Stati membri. Si tratta di un’azione chiave per rafforzare il mercato interno dell'UE.


FESR

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale è uno degli strumenti di attuazione della Politica di Coesione, mira a rafforzare la coesione economica e sociale nell'Unione europea correggendo gli squilibri fra le regioni. Il Fondo sostiene lo sviluppo regionale e locale cofinanziando gli investimenti nella ricerca, sviluppo e innovazione, nel cambiamento climatico ed ambientale, nel sostegno alle imprese (PMI), nei servizi di interesse economico comune, nelle telecomunicazioni, nelle infrastrutture dell’energia e dei trasporti, nella sanità, nell’istruzione e nelle infrastrutture sociali, e nello sviluppo urbano sostenibile.


FSE 

Il Fondo sociale europeo (FSE) sostiene le politiche e le priorità volte a conseguire progressi verso la piena occupazione, a migliorare la qualità del lavoro e la produttività sul posto di lavoro, ad aumentare la mobilità geografica e professionale dei lavoratori all'interno dell'Unione, a migliorare i sistemi di istruzione e formazione ed a promuovere l'inclusione sociale, contribuendo così alla coesione economica, sociale e territoriale.


INIZIATIVE A FAVORE DELL’OCCUPAZIONE GIOVANILE 

Il Consiglio europeo ha deciso di creare un’Iniziativa per l'Occupazione Giovanile per rafforzare il considerevole sostegno già fornito attraverso i fondi strutturali dell'UE. L'iniziativa è aperta a tutte le regioni (livelloNUTS2) con livelli di disoccupazione giovanile superiore al 25%.


FONDO DI COESIONE 

Il Fondo di coesione aiuta gli Stati membri il cui RNL pro capite è inferiore al 90% della media dell'UE-28 a realizzare investimenti nelle reti di trasporto e nell'ambiente. Parte della dotazione del Fondo di coesione (10 miliardi di Euro) è destinata a finanziare le reti di trasporto di base sotto lo strumento "Meccanismo per collegare l’Europa". Il Fondo di coesione può anche sostenere progetti legati all'energia, purché presentino chiaramente un beneficio per l'ambiente, ad esempio promuovendo l'efficienza energetica e l'uso delle energie rinnovabili.


INTERREG EUROPA 

Interreg Europa contribuirà ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva in Europa, sostenendo e facilitando la condivisione delle conoscenze e il trasferimento di buone prassi tra gli attori di rilevanza regionale per migliorare la politica regionale / di coesione. 

 

RISORSE NATURALI

PAC-PILASTRO I 

La Politica Agricola Comune mira a promuovere una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva a favore dell’agricoltura Ue e delle aree rurali in armonia con la strategia Europa 2020. Articolata in due pilastri, che utilizzano strumenti complementari per perseguire medesimi obiettivi. Il pilastro I si fa carico degli stanziamenti e delle misure che hanno effetto sul mercato, fornendo un reddito annuo di base agli agricoltori dell’Unione europea, nonché un sostegno in caso di specifiche turbolenze del mercato, mentre il pilastro II ha per oggetto lo sviluppo rurale, rispetto al quale gli Stati membri predispongono e cofinanziano programmi pluriennali nell’ambito di un comune intervento.


FEASR, PAC - PILASTRO II 

Il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) contribuisce alla realizzazione della strategia Europa 2020, promuovendo lo sviluppo rurale sostenibile in tutta l'Unione in modo complementare alla politica agricola comune (PAC-Pilastro I), alla politica di coesione e alla politica comune della pesca. Sostiene lo sviluppo, nell’Unione, di un settore agricolo caratterizzato da maggiore equilibrio territoriale e ambientale, più rispettoso del clima, resistente ed innovativo. 


FEAMP 

Il FONDO EUROPEO PER GLI AFFARI MARITTIMI E LA PESCA va in aiuto ai pescatori in fase di transizione verso una pesca sostenibile, sostiene le comunità costiere nella diversificazione delle loro economie, finanzia progetti volti a creare nuova occupazione e a migliorare la qualità della vita lungo le coste europee, e rende altresì più agevole l’accesso al finanziamento.

 

SICUREZZA E CITTADINANZA

EUROPA CREATIVA 


EUROPA PER I CITTADINI – Europe For Citizens

Nell’ottica generale di contribuire alla consapevolezza dell'Unione europea e di promuovere la partecipazione civica, il programma contribuisce a rafforzare la memoria e accrescere la capacità di partecipazione civica a livello di Unione europea.


FONDO ASILO E IMMIGRAZIONE

L'obiettivo generale del Fondo è di contribuire ad una gestione efficace dei flussi migratori nell'Unione nell'ambito dello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, in conformità con la politica comune in materia di asilo, protezione sussidiaria e protezione temporanea e della politica comune di immigrazione. Il Fondo Asilo e Migrazione si basa sul processo di sviluppo di competenze attuato con il contributo del Fondo europeo per i rifugiati, il Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi e il Fondo europeo per i rimpatri, e si estende per coprire più ampiamente i diversi aspetti della comune politica dell'Unione in materia di asilo e di immigrazione.


FONDO SICUREZZA INTERNA (COMPONENTE POLIZIA) 

Il Fondo Sicurezza Interna è un quadro finanziario completo composto da due atti distinti, che istituiscono le diverse componenti del Fondo e ne stabiliscono gli obiettivi, le azioni ammissibili e le dotazioni:

- il primo Regolamento istituisce la componente per la cooperazione tra le forze di polizia, la prevenzione, la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

- il secondo Regolamento regola la gestione delle frontiere e la politica comune dei visti.

Nel quadro globale del Fondo Sicurezza interna, il primo Regolamento fornisce sostegno finanziario alla cooperazione di polizia, allo scambio e accesso alle informazioni, alla prevenzione della criminalità e alla lotta alla criminalità transfrontaliera, nonché alle gravi forme di criminalità organizzata, incluso il terrorismo, alla tutela delle persone e delle infrastrutture critiche contro gli incidenti legati alla mancanza di sicurezza e alla gestione efficace dei rischi e delle emergenze relative alla sicurezza, tenendo conto delle politiche comuni dell'Unione (strategie, programmi e piani d'azione), la legislazione, la cooperazione pratica e le valutazioni delle minacce e dei rischi.


FONDO SICUREZZA INTERNA (COMPONENTE FRONTALIERA)

Il Fondo Sicurezza Interna è un quadro finanziario completo composto da due atti distinti, che istituiscono le diverse componenti del Fondo e ne stabiliscono gli obiettivi, le azioni ammissibili e le dotazioni:

-il primo Regolamento istituisce la componente per la cooperazione tra le forze di polizia, la prevenzione, la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

-il secondo Regolamento regola la gestione delle frontiere e la politica comune dei visti.

Il Regolamento che stabilisce la gestione delle frontiere e la componente per la politica comune dei visti mira a sostenere in modo più sistematico i servizi forniti dai singoli Stati membri per garantire l’area senza frontiere ("meccanismo di sostegno operativo"), per migliorare la cooperazione fra autorità di frontiera e le altre autorità di polizia, e per migliorare le attrezzature specializzate disponibili nei singoli Stati da mettere a disposizione dell'Agenzia Frontex per operazioni congiunte nell'interesse di salvaguardare l'area libera di confine. 


GIUSTIZIA

L'obiettivo generale del programma è di contribuire alla creazione di uno spazio europeo di giustizia attraverso la promozione della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale. Per raggiungere l'obiettivo generale il Programma persegue i seguenti obiettivi specifici:

-promuovere un’efficace, completa e coerente applicazione della normativa dell'Unione nei settori della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale;

-facilitare l'accesso alla giustizia;

-prevenire e ridurre la domanda e l'offerta di droga.

Il programma mira a promuovere la parità tra uomini e donne e la lotta alle discriminazioni fondate su sesso, razza o origine etnica, religione o credo, handicap, età o orientamento sessuale, in tutte le sue attività. All'interno di questo quadro, e puntando a una semplificazione e razionalizzazione, il programma Giustizia è il successore di tre programmi dal 2007 al 2013, finanziati nell'ambito dei Programmi quadro su Diritti fondamentali e Giustizia:

-Giustizia civile (JCIV);

-Giustizia penale (JPEN);

-Programma di prevenzione e informazione sulla tossicodipendenza (DPIP).


PROGRAMMA DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 

Il programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza è il successore di tre programmi 2007-2013: Diritti fondamentali e cittadinanza, Daphne III, e le sezioni "lotta contro la discriminazione e la diversità" e "uguaglianza di genere" del Programma per l'occupazione e la solidarietà sociale (PROGRESS).


SALUTE PER LA CRESCITA 

Obiettivi

-sviluppare strumenti e meccanismi comuni a livello dell'UE per affrontare la carenza di risorse umane e finanziarie e promuovere sistemi sanitari innovativi e sostenibili;

-Migliorare l'accesso alle competenze mediche e alle informazioni concernenti patologie specifiche anche su scala transnazionale e sviluppare soluzioni e orientamenti condivisi per migliorare la qualità dell'assistenza sanitaria e della sicurezza dei pazienti, al fine di incrementare l'accesso a un'assistenza sanitaria migliore e più sicura per i cittadini europei;

-Individuare, diffondere e promuovere l'adozione di buone pratiche convalidate per misure di prevenzione efficaci sotto il profilo dei costi, affrontando i principali fattori di rischio, segnatamente il tabagismo, l'abuso di alcol e l'obesità, nonché l'HIV/AIDS, incentrandosi particolarmente sulla dimensione transfrontaliera, al fine di prevenire le malattie e di promuovere la buona salute;

-Sviluppare approcci comuni e comprovarne il valore per essere più preparati e coordinarsi meglio nelle emergenze sanitarie nell'intento di proteggere i cittadini dalle minacce sanitarie transfrontaliere.


CONSUMATORI

Il programma per la tutela dei consumatori persegue l'obiettivo di porre il consumatore informato al centro del mercato unico. Il programma vi provvede contribuendo a tutelare la salute, la sicurezza e gli interessi economici dei consumatori e promuovendo il loro diritto all'informazione, all'educazione e alla loro organizzazione, al fine di tutelare i propri interessi. Il programma integra, sostiene e monitora le politiche degli Stati membri.

 

EUROPA GLOBALE

LO STRUMENTO DI ASSISTENZA PREADESIONE (IPA)

Il Programma IPA si prefigge di sostenere i paesi candidati e i potenziali candidati nell'attuazione delle riforme politiche, istituzionali, giuridiche, amministrative, sociali ed economiche necessarie per avvicinare i Paesi ai valori dell'Unione e allinearli progressivamente alle norme, alle politiche e alle pratiche dell'Unione in vista dell'appartenenza alla stessa. 


STRUMENTO EUROPEO DI VICINATO (SEV)

Lo Strumento Europeo di Vicinato o prossimità mira a fornire sostegno ai 16 paesi partner ad est e a sud dei confini dell'UE, mediante un approccio politico che preveda una maggiore differenziazione, una maggiore flessibilità, condizioni più severe, ma anche incentivi per chi è altamente produttivo, riflettendo l’ambizione di ogni partenariato. In base al SEV, l'UE offre ai suoi vicini relazioni privilegiate basate su una mutua adesione a valori e principi.


STRUMENTO DI PARTENARIATO (SP) 

Lo Strumento di Partenariato (SP) sostituisce lo Strumento finanziario per la cooperazione con i paesi e i territori industrializzati ed altri ad alto reddito (ICI), che era entrato in vigore nel 2007, e che è stato veicolo principale dell'UE per la collaborazione con i paesi sviluppati. L'obiettivo dello strumento di partenariato è quello di proiettare all'esterno le politiche interne dell'UE e di cercare complementarità con i programmi dell'UE, come Orizzonte 2020 ed Erasmus +. Lo Srumento di Partenariato è parte integrante dell'architettura complessiva degli Strumenti per il finanziamento dell’azione esterna, organizzata su quattro capitoli principali: un capitolo basato sulle politiche, che mira principalmente alla cooperazione con i paesi partner a tutti i livelli, e i capitoli relativi alle priorità e ai valori trasversali: i diritti umani e la democrazia, l'assistenza umanitaria e la protezione civile, la gestione delle crisi e la prevenzione. Lo strumento di partenariato dà priorità al sostegno delle politiche esterne dell'UE, come ad esempio la politica commerciale, così come la dimensione esterna delle politiche dell'UE in materia di cambiamenti climatici, dell'ambiente, dell'energia, dei trasporti, dell'occupazione e della politica sociale, al pari delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.


STRUMENTO DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO (SCS) 

Lo strumento di cooperazione allo sviluppo ( SCS ) sostituisce una vasta gamma di strumenti geografici e tematici che sono stati creati nel corso del tempo. In questo modo si aumenta l'efficacia della cooperazione allo sviluppo dell'UE. Si assistono i paesi in via di sviluppo nel loro cammino verso la riduzione della povertà e si rafforza lo sviluppo sostenibile e il progresso sociale verso una più veloce integrazione nell'economia mondiale. Lo strumento di cooperazione allo sviluppo comprende tre componenti:  programmi geografici finalizzati a sostenere la cooperazione con i paesi in via di sviluppo, territori e regioni inclusi nella lista dei beneficiari di aiuti pubblici allo sviluppo (APS) dell'OCSE / DAC;  programmi tematici per operare a favore del bene pubblico ed affrontare sfide globali, sostenendo le organizzazioni della società civile e le autorità locali nei paesi, territori e regioni ammissibili ai finanziamenti dell'Unione nel quadro dei programmi geografici;  il programma pan-africano per sostenere la strategia comune Africa-UE nei paesi, territori e regioni contemplati da tale strategia.


STRUMENTO PER LA STABILITA’ E LA PACE (IFS) 

Lo strumento per la stabilità e la pace fornisce, per il periodo dal 2014 al 2020, sostegno diretto alle politiche esterne dell'Unione incrementando l'efficacia e la coerenza delle azioni dell'Unione nei settori della risposta alle crisi, della prevenzione dei conflitti, della costruzione della pace e della preparazione alle crisi e nel far fronte a minacce globali e transregionali.


EIDHR - STRUMENTO EUROPEO PER LA DEMOCRAZIA E I DIRTTI UMANI 

La strumento per la cooperazione in materia di sicurezza nucleare (INSC) finanzia misure finalizzate a sostenere un livello più elevato di sicurezza nucleare, di radioprotezione e di applicazione di efficienti ed efficaci salvaguardie concernenti il materiale nucleare nei paesi terzi.


ECHO MECCANISMO DI PROTEZIONE CIVILE DELL’UNIONE 


STRUMENTO PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NUCLEARE (INSC)